Nessun commento

Privacy in balcone: come realizzare una siepe da balcone perfetta!

Molto spesso chi abita in condominio non ha a disposizione un giardino da personalizzare e coltivare come meglio crede. In questi casi è più comune che si disponga solo di un balcone… ma questo non significa che non possiamo avere il nostro angolo di verde e la nostra privacy in balcone!

Se abbiamo un balcone, ci possiamo trovare in due situazioni. La prima, la più comune, ci vede circondati da una ringhiera in ferro a sbarre verticali; la seconda invece prevede una ringhiera in muratura che protegge la nostra privacy, ma lasciandoci ad osservare un muro grigio e monotono… quasi deprimente.

Ecco perché in qualunque delle due situazioni ci troviamo, la cosa migliore è decorare il nostro balcone con una bella siepe. Bene, qui vedremo come ottenere la siepe perfetta per noi!

Un momento. Tra poco parleremo delle varie piante da “siepe” che possiamo utilizzare per il nostro balcone, ma partiamo dal presupposto che tutte necessitano di essere curate e, soprattutto, di crescere. Se vogliamo qualcosa di immediato allora dovremo optare per la siepe finta. Non è la soluzione perfetta, ma è sicuramente la più veloce. Poca manutenzione, effetto immediato.

I vasi

Prima di vedere le piante migliori cerchiamo di capire dove le faremo crescere. Non possiamo sistemare una siepe partendo da vasi piccoli e rotondi, quindi dobbiamo optare per quelli grossi e rettangolari… e se riusciamo a trovarne uno singolo abbastanza lungo da coprire tutto il perimetro del nostro balcone è anche meglio. Insomma, più terra possiamo mettere sotto le nostre siepi, meglio staranno.

Sempreverdi

Bene partiamo con le piante che in ogni momento dell’anno decoreranno di verde il nostro balcone. Per chi ha bisogno della massima privacy, ma al contempo non ha molto tempo da dedicare al giardinaggio, il lauroceraso è sicuramente la scelta migliore. Caratterizzato da un fogliame largo e una crescita molto densa, ogni pianta arriva all’altezza di un metro, garantendo un’ottima schermatura da sguardi indiscreti.

Caratterizzato da una manutenzione molto blanda è anche l’oleandro, che cresce rigoglioso sia in condizione di forte luce solare, sia in ombra (quindi l’ideale se non vogliamo badare troppo a questo fattore). Resiste alla siccità e va potato ogni 4 o 5 anni, compensando le foglie strette emanando un profumo costante.

La fotinia è invece caratterizzata dai colori. Le sue foglie diventano di un rosso acceso in primavera, per poi diventare verde scuro nel resto dell’anno. Facile da coltivare, ci permette di avere una siepe alta e rigogliosa, che si differenzia in base alla specie che abbiamo scelto. Tutte le varianti sono ottime per la nostra siepe, ma si differenziano per il metodo di coltivazione, quindi chiediamo ad un esperto quale sia la migliore per casa nostra.

Fiorite

Se il verde costante ci sembra troppo monotono, abbiamo diverse alternative tra le piante a fiore. La forsizia ad esempio presenta una fioritura di petali arancioni intenso, almeno quanto è intensa la manutenzione necessaria a farla vivere. Va innaffiata spesso e potata almeno una volta all’anno. Purtroppo non ci permetterà di avere una siepe molto folta, quindi non è la scelta migliore per chi necessita di molta privacy… diciamo che più che oscurare gli sguardi indiscreti, gli ostacola.

Non sono molte le piante fiorite che possiamo scegliere per un’ottima siepe, ma c’è una particolare specie clematis, la clematis armandii, che si arrampica sulla nostra ringhiera e l’avvolge tutta, fino a penzolare all’esterno del balcone, creando un bellissimo effetto di rigogliosità che dà un tocco in più a tutta la casa. Fiorisce con petali viola, ma cresce senza fretta, quindi è una scelta da prendere in considerazione a lungo termine.

Commenti (0)

Translate »