Nessun commento

Una splendida terrazza: 5 consigli per crearla!

Abbiamo già parlato di come creare privacy su un balcone e gli stessi consigli sono validissimi anche per le terrazze. Ma come fare per arredarle al meglio? Perché si, la privacy va bene, ma il resto della terrazza non la vorremo mica lasciare vuota, vero?

La terrazza è una vera e propria risorsa da dedicare al verde, sopratutto per chi abita in città e non può permettersi un giardino vero e proprio. Creare e curare il nostro personale spazio verde è fondamentale non solo per arricchire la nostra proprietà, ma anche per il nostro benessere!

1 – Le regole base

In internet possiamo trovare decine e decine di siti che, per creare una terrazza fantastica, propongono soluzioni praticamente impossibili per quello che è il concetto stesso di terrazza. Per terrazza intendiamo il lastrico solare che ricopre il tetto degli edifici, quindi consideriamo che non avremo terra o acqua a diretto contatto con il terrazzo (altrimenti l’umidità danneggerà il soffitto).

2 – Un perimetro verde

Ogni terrazzo, grande o piccolo che sia, ha un muretto utile a non far cadere giù chi ci sale. Alle volte è alto, altre basso e solitamente non ha altre misure protettive (come ad esempio una ringhiera). Ecco, se ci troviamo in questa situazione, allora armiamoci di vasi (scegliamo quelli rettangolari e allungati, che più si adattano alla conformazione del muretto del terrazzo) e iniziamo a riempire tutto il perimetro con piante e fiori di ogni genere. Scegliamo vasi pesanti che resistano alle intemperie e al forte vento, scartando quelli di plastica perché troppo leggeri (non vogliamo mica che, in seguito a un vento troppo forte, i vasi cadano di sotto, vero?). Per una maggiore sicurezza utilizziamo dei sottovasi.

E se invece non abbiamo il muretto? In questo caso possiamo creare qualcosa di artificiale proprio con i nostri vasi. Scegliamo le fioriere più grandi (come quelle che usano i bar e i ristoranti come separé) e disponiamole per creare una barriera tra la nostra terrazza e il vuoto. Non mettiamoli sul bordo, ma assicuriamoci di lasciare almeno un metro, così, se la fioriera dovesse malauguratamente rovesciarsi, non cadrà giù.

3 – Riuso fantasioso

Riciclare è una pratica ormai comune, ma… abbiamo mai pensato di utilizzare i nostri vecchi mobili come fioriere? Vecchi comodini, cassettiere e comò possono diventare splendidi contenitori per piante e fiori. Come? Prendiamo ad esempio una vecchia cassettiera e portiamola sulla nostra terrazza. Ora apriamo tutti i cassetti ma con diversi livelli di apertura e riempiamoli di piccoli vasi. Ecco che abbiamo una fioriera molto originale e in un colpo solo avremo risparmiato sull’acquisto di una nuova fioriera e sullo smaltimento di un mobile vecchio.

Con lo stesso spirito creativo possiamo anche trasformare delle vecchie cassette della frutta in fioriere da appendere!

4 – Giardino verticale

Se la nostra terrazza è particolarmente stretta e abbiamo a disposizione un’alta parete (magari è il palazzo adiacente o le mura di uno sgabuzzino), allora possiamo pensare di sfruttarla e renderla completamente verde! Ci basterà un intelligente uso delle piante rampicanti, che partiranno dallo stuolo di vasi posti alla base di questa parete. Tuttavia perché possano arrampicarsi, avranno bisogno di una struttura, che troviamo in legno o in plastica in tutti i negozi di giardinaggio (anche online).

Se invece abbiamo a disposizione una ringhiera, allora le cose sono ancora più semplici! Ci basterà posizionare i vasi con i rampicanti alla base della ringhiera e aspettare… i rampicanti saliranno sulla struttura in ferro, avvolgendola e rendendola una vera e propria siepe!

In ultimo, per giardino verticale possiamo anche intendere una serie di mensole inserite sulla nostra parete, pronte ad ospitare ogni genere di fiore (scegliamo vasi in plastica e tondi, che sono più leggeri e ottimi per le singole piante o fiori) con il quale vogliamo colorare la nostra terrazza.

5 – Copertura e arredamento

Non ci sono solo le piante a decorare una terrazza. Infatti l’installazione di una copertura (in legno o in tegole) è consigliatissima per trasformare questo luogo spoglio in una zona relax in cui leggere un bel libro o passare del tempo con gli ospiti nelle giornate di sole. Il rattan sintetico è il materiale perfetto per gli arredi da sistemare sotto questa copertura, utilizzabile sia per poltrone che per tavolini.

Commenti (0)

Translate »