Nessun commento

Arredare Zen: 5 consigli per una casa rilassante!

Inspiriamo profondamente ed espiriamo… ah, il gesto più comune per cercare di rilassarsi. Talvolta la vita è così stressante che non ci lascia pace e quando torniamo a casa dopo una dura giornata di lavoro vogliamo solo una cosa: un po’ di relax. Arredare zen la nostra casa è una delle soluzioni più veloci ed economiche per raggiungere questo scopo!

La filosofia zen è una forma di pensiero nata dalle antiche scuole di buddismo giapponese volte alla ricerca della felicità e alla visione completa delle cose. Si concentra sulla costante ricerca del satori (la comprensione della realtà) con lo scopo di giungere al bodhi (il risveglio), ottenuto tramite una partecipazione attiva alle vicende che ci circondano.

Questa filosofia cerca quindi di liberare la mente dagli affanni della vita per il raggiungimento della felicità, utilizzando il distacco e la consapevolezza, che portano a un contatto diretto con la natura e l’essenza stessa dell’universo. Abbracciando il pensiero zen ci ritroveremo immersi in un ambiente dove regna la tranquillità e l’armonia che porteranno alla vera pace interiore. E per farlo dobbiamo modificare la nostra casa seguendo alcune regole specifiche che ci cambieranno nel profondo!

1 – La terra e i suoi colori

Un design basato sullo zen è composto da colori tenui che inducano un senso di calma e rilassatezza. A farlo maggiormente sono i colori della terra, chiari e morbidi, come tutte le tonalità del rosa, del bianco e del beige. L’armonia cromatica tra tutti gli elementi, sia strutturali che di arredo è molto importante, pertanto non ci devono essere discrepanze di continuazione tra le varie pareti o il soffitto e il pavimento. E se ci ritroviamo a dover vivere in un ambiente monocromo, c’è una scappatoia: scegliamo un colore dominante e un altro paio secondari, sempre tenui e chiari.

2 – Arredamento semplice

Come già detto, lo stile zen si basa principalmente sulla natura e sui colori chiari, ma anche sulle linee morbide, quindi nell’arredamento evitiamo mobili dai dettagli sfarzosi ed elaborati, ma concentriamoci su mobili realizzati con materiale naturale, perché sono i migliori per creare un ambiente che trasmetta calore e senso di pace.

Tra tutte le stanze della casa, la più zen di tutte dovrebbe essere la camera da letto, quella dedicata al nostro riposo dalle fatiche della giornata. In particolare, per renderla il più zen possibile sarebbe l’ideale posizionare il letto vicino a una fonte di luce naturale, con spalliere imbottite in pelle o patchwork. Dovremo anche ridurre al minimo la decorazione della coperta, riducendo la presenza di cuscini e scegliendoli di diverse dimensioni ma che creino armonia.

3 – Ambiente adatto

Parlando di arredamento non possiamo non parlare anche di tutte le decorazioni della casa. Riduciamole al minimo, in modo tale da non stancare lo sguardo e manteniamo appesi al muro sono i quadri e le foto che per noi sono più importanti.

Per mettere la ciliegina sulla torta non possiamo trascurare anche l’odore della nostra casa. Uno spray di lino fatto in casa, degli oli essenziali o delle candele in cera d’api sono le soluzioni migliori per avere una stanza con profumi freschi e calmanti, ma anche tonificanti e rafforzanti per lo spirito.

4 – L’ordine alla base di tutto

Inutile dire che un ambiente disordinato lascia lo spirito confuso e spaesato. Cerchiamo di mantenere le nostre stanze in ordine e riduciamo al minimo i soprammobili, così da poter liberare lo sguardo che si posa sulla completezza della stanza. Tuttavia essere semplici ed eliminare gli oggetti inutili, non significa certo eliminare i comfort. Anzi, sentiamoci liberi di aggiungere tutti quegli elementi che possono darci un po’ di comodità in più.

5 – Cavi elettrici e bonsai

In ultimo, sempre per seguire la linea dello sguardo libero da inutili pesantezze, eliminiamo quanto più possibile i cavi elettrici. Nascondiamoli e mascheriamoli, oppure eliminiamo completamente gli apparecchi elettronici superflui. Meno cavi elettrici lasciano lo sguardo più rilassato e ammorbidito.

E sempre per addolcire l’ambiente, utilizziamo (senza esagerare) le piante verdi. Scegliamole senza fiori e dalle dimensioni contenute, come un bonsai o un terrario sospeso… in modo da creare in un angolo il nostro giardino zen personale.

Commenti (0)

Translate »