Nessun commento

Il giardino perfetto: ecco qualche consiglio

Una casa non è veramente completa se non ha un po’ di verde ad abbellirla. Piante e fiori sono ottimi per trasportare gli ospiti nella primavera e sono splendidi adornamenti che conferiscono un valore aggiuntivo a tutta la casa. Avere un giardino sarebbe la cosa migliore, ma anche un balcone può diventare un piccolo e meraviglioso paradiso rigoglioso se ben curato.

A ogni pianta il suo vaso

Anche se potrebbe sembrarlo, l’ordine non è l’unico motivo per cui ogni pianta dovrebbe avere un suo vaso. Se abbiamo a disposizione un balcone, è sistematico, ma in un giardino la cosa è meno scontata. Ogni pianta ha bisogno del suo spazio per crescere sana e forte, piantare radici solide e nutrirsi senza doversi preoccupare di incastrarsi con le radici di altre “vicine”. Se le piantiamo in giardino assicuriamoci quindi di lasciare un po’ di spazio tra ognuna di esse.

Meteo, il nostro nemico-amico

Abbiamo un giardino o un balcone esposto a nord? A sud? Per quanto tempo le piante sono esposte al sole? Queste sono domande alle quali dobbiamo dare una risposta se non vogliamo rischiare di piantare fiori che inevitabilmente appassiranno. Ogni pianta ha il suo habitat e ha dei bisogni diversi. “Non ti scordar di me” e campanule hanno bisogno di ombra, mentre fiori come i gerani, le rose, l’ibisco o il mirto hanno bisogno di molto sole. Un po’ più equilibrate sono la verbena e le begonie, che necessitano di una quantità giusta di luce… non troppo e non troppo poco!

Nutrimenti

Al contrario di quel che si pensa, le piante non vivono di sola acqua. Le radici crescono profonde per assimilare tutti i sali minerali e i nutrimenti di cui la pianta ha bisogno, direttamente dalla terra. Se in un giardino questo succede con tranquillità, in un balcone e per tutte le piante in vaso, non funziona allo stesso modo. Hanno uno spazio ristretto nel quale crescere, quindi hanno bisogno di fertilizzante liquido per nutrirsi al meglio e magari di un po’ di terriccio granuloso, che trattiene l’acqua senza creare fastidiose pozze di fango. Per quanto riguarda l’annaffiamento, vale sempre la regola del dito: conficchiamolo nel terriccio, se lo strato sotto quello superficiale è umido, abbiamo innaffiato il giusto.

Arredare il giardino

Piante e fiori sono i sovrani del giardino, ma viverlo è ancor più bello se possiamo trascorrerci qualche ora seduti a un tavolino con un buon libro da leggere o chiaccherando con gli ospiti. Per arredarlo basterà concentrarsi su materiali resistenti alle intemperie, con sedie e tavolini in ferro battuto ad esempio, o in legno (con un solido strato di protezione). Se poi abbiamo anche una copertura, allora possiamo sbizzarrirci con divani e cuscinetti, che non rischiano così di bagnarsi e rimanere umidi. E se siamo soliti divertirci con il pollice verde, non dimentichiamoci di dedicare un piccolo spazio anche a tutti gli attrezzi del mestiere!

 

Commenti (0)

Translate »