Nessun commento

Camino o stufa: cosa conviene installare?

Sta arrivando l’inverno, le giornate si raffreddano sempre di più e la pioggia sferza sempre più spesso sulle nostre case. Questo è il periodo migliore per preparare una bella tazza di tè e leggere un buon libro in una casa riscaldata. Ma cosa conviene installare, un camino o una stufa?

Si, se non abbiamo un impianto di riscaldamento in casa, conviene correre ai ripari facendo subito l’installazione di qualcosa che ci tenga caldi durante tutto il freddo periodo invernale. Oltretutto puntare su un camino o una stufa ci permette sia di risparmiare, sia di tutelare l’ambiente!

Camino e stufa in condominio

Si può installare un camino o una stufa in un condominio? Alle volte si. In molti casi è possibile installare un prodotto a pellet o a legna. La prima cosa da fare è verificare se esistono già delle canne fumarie nell’edificio che possono essere utilizzate, stando attenti a far smaltire i fumi attraverso il nostro impianto. Se va installata una nuova canna fumaria, è necessario controllare che il regolamento condominiale ci permetta di farlo, visto che saremo costretti a forare parti comuni dell’edificio (come le pareti o il solaio) per raggiungere il tetto.

I luoghi più adatti

Nonostante ci siano luoghi decisamente più adatti di altri, sia il camino che la stufa possono essere installati in quasi ogni parte della casa, tra cui anche la camera da letto o il bagno. Tuttavia è meglio installarla nel luogo della casa più umido o quello in cui passiamo più tempo e vorremmo che fosse riscaldato. Generalmente si inserisce in soggiorno, anche perché è la stanza in cui si accolgono gli ospiti.

Nel caso in cui decidessimo di fare l’installazione in un monolocale o in un bagno, ricordiamoci che ci sono delle norme specifiche da seguire. In questi casi il prodotto deve essere di tipo “ermetico“, cioè non deve prelevare ossigeno dall’interno dell’ambiente, ma dall’esterno. Per fare questo, l’installazione deve disporre di una presa d’aria rivolta all’esterno e non, ad esempio, nella stanza confinante.

Caldo e decorativo

Il camino o la stufa, possono essere installati per essere armoniosi con il resto dell’arredamento della casa, fino a diventare un tocco di classe che regala quel valore aggiunto a tutta la stanza. Ci sono però delle indicazioni da rispettare per legge (e per la nostra sicurezza):

  • Rispettare le distanze minime da pareti e materiali;
  • Utilizzo dell’adeguato isolamento, visto che l’intera installazione raggiunge elevate temperature;
  • Corretto dimensionamento delle prese d’aria, necessarie perché nel focolare affluisca costantemente l’ossigeno per la combustione.

Ognuna di queste indicazione varia da prodotto a prodotto e, generalmente, sono indicate nelle schede tecniche o nei manuali d’uso correlati.

Scegliere il prodotto giusto

Non va bene un caminetto o una stufa qualunque. Prima di pensare all’acquisto dobbiamo capire quali sono le nostre esigenze, la tipologia di stanza che vogliamo riscaldare e quanto questa sia spaziosa. In questo modo capiremo la potenza del generatore di calore (Kilowatt) di cui abbiamo bisogno e possiamo iniziare ad orientarci.

Prima di fare una spesa però, facciamoci aiutare da un installatore o da un rivenditore, attraverso un sopralluogo tecnico, per capire quale soluzione è la migliore. Le nostre case non sono tutte uguali e spesso, anche se la dimensione della stanza è la stessa, a fare la differenza è la posizione della casa.

Commenti (0)

Translate »