Nessun commento

Progettare una cucina: 5 consigli per farlo al meglio!

Abbiamo deciso di rinnovare la nostra cucina, ma non sappiamo da dove partire. La “sindrome del foglio bianco” che colpisce gli scrittori senza idee qui potrebbe tramutarsi in un piccolo incubo in quanto i nostri desideri potrebbero andare a scontrarsi con l’impiantistica della stanza e alcuni dettagli, rifiniture, stili ed elettrodomestici potrebbero essere un problema, anche di natura economica. Per evitare di rimanere bloccati a fissare la vecchia cucina (o la stanza vuota), ecco cinque consigli per partire e realizzare la nostra innovazione!

1 . Analizziamo lo spazio della cucina

Per iniziare a progettare una cucina, cerchiamo di capire bene quelle che sono le dimensioni dello spazio che abbiamo a disposizione. Sarà sistemata in una stanza stretta e allungata con una sola apertura centrale? Oppure è poco illuminata e l’unica apertura è un piccolo finestrello sul fondo? Descriviamo il posto in cui sarà posizionata focalizzandoci sulle caratteristiche principali. Se ad esempio sarà posizionata sul lato di un open space unita alla sala da pranzo, avremo delle esigenze diverse rispetto a una che invece sarà inserita in una stanza dedicata. Prendendo le misure saremo anche in grado di stabilire quali elettrodomestici (e quali modelli) acquistare in base a dove decideremo di posizionarli.

2. Nero su Bianco

Prese bene le misure, riportiamole fedelmente sul nostro progetto, stando ben attenti non solo alla larghezza di ogni elemento (e quindi lo spazio che occupa sulla piantina), ma anche alla sua altezza, così da non doversi ritrovare una credenza troppo attaccata al buffet, oppure un forno a micronde che non entra nel punto in cui lo abbiamo immaginato. Questo foglietto, se ben realizzato, è uno dei dati più importanti da presentare ai tecnici negli showroom specializzati.

3. Must have

Letteralmente: “quello che non può mancare“. Insieme al progetto stiliamo anche una lista di tutti quegli elementi a cui non vogliamo assolutamente rinunciare nella nostra nuova cucina. Un piano di lavoro a isola? Una piccola sezione dedicata ai vini come se fosse una minicantina? Oppure vogliamo un piano cottura a induzione? Scriviamo qui tutto quanto, sempre tenendo bene in mente le dimensioni della stanza. Non possiamo mettere un piano di lavoro a isola in una stanza stretta e allungata nella quale poi faremmo fatica a spostarci.

4. Stile e budget

Rimanere a bocca aperta sognando cucine lussuose è bello, ma se vogliamo realizzare la nostra dobbiamo tornare con i piedi per terra. Oltre allo spazio, dobbiamo anche salvaguardare e tenere d’occhio le nostre finanze e scegliere degli elementi che si incastrino perfettamente sia con il progetto sia con il budget a disposizione. A questo poi aggiungiamo anche lo stile… cerchiamo di seguire quello che abbiamo scelto, così da non ritrovarci con una cucina rattoppata che, come un moderno mostro di frankenstain, mischia casualmente stili totalmente diversi.

5. Accessori

Siamo sicuri che una cucina minimal e basica sia la strada migliore da seguire? Alle volte è la strada che si sceglie per facilità ed economicità, ma può rivelarsi quella sbagliata, soprattutto se con il tempo ci rendiamo conto che abbiamo bisogno di qualcosa in più come ad esempio una lavastoviglie o un frigorifero più grande. Per evitare di ritrovarsi con una spesa maggiore dovuta a mancanze in fase di progettazione, molto spesso è più conveniente fare un piccolo sforzo sul budget al momento dell’installazione della cucina piuttosto che in seguito.

Commenti (0)

Translate »