Nessun commento

Rembrandt arriva in Costa Smeralda: 28 incisioni in mostra!

In Costa Smeralda, più precisamente ad Arzachena, viene rilanciata l’importanza della cultura e dell’arte tramite un evento dal pregio unico. La Promenade du Port di Porto Cervo, dal 12 e 13 maggio, si è arricchita di ben 28 incisioni originali del pittore olandese Rembrandt!

I ventotto capolavori, frutto della sapiente arte incisoria di Rembrandt sono esposti grazie anche alla collaborazione con il Museo MAGMMA di Villacidro e all’assessorato alla cultura del comune di Arzachena. La mostra è totalmente gratuita e rimarrà aperta fino al 12 giugno. Il tutto è corredato da eventi artistici che coinvolgono figure di spicco e vi si può partecipare senza alcun vincolo di età. L’evento è quindi composto da:

  • Esposizione delle ventotto incisioni di Rembrandt (dal 1631 al 1665)
  • Collettiva di 24 artisti contemporanei, che reinterpretano un autoritratto del maestro
  •  Il cordo “Nude Look”, dedicato al disegno del nudo dal vivo, tenuto dal maestro Mazzoli
  • Italian Graffiati” performance del maestro Andrea Ciresola che dal vivo restaura un’opera precedentemente sfregiata dall’autore stesso
  • Master Class” corso di disegno e pittura per appassionati di età dai 14 ai 70 anni
  • Stazione temporanea dell’iperrealismo”, ovvero la realizzazione dal vivo di un’opera con tecnica a olio del maestro iperrealista Francesco Stile.

Il tutto per onorare il pittore più famoso dell’età dell’oro olandese, ritrattista esperto, incisore, noto anche per le numerose raffigurazioni di scene tratte dalla Bibbia. Diventato famosissimo già in vita, Rembrandt fu il maestro di molti dei più famosi e importanti pittori dell’epoca, mantenendo alto il suo nome anche quando si ritrovò in ristrettezze economiche causate da diverse tragedie personali. Tra le sue opere più famose ricordiamo “Il pittore nello studio“, “Il rapimento di Europa“, “Alessandro Magno o Atena” e “Ritorno del figliol prodigo“. Tra le opere spiccano anche numerosi autoritratti, “Il ritratto di Ganimede“, “Ritratto di Saskia con cappello” e il “Ritratto di Agatha Bas“. Ottenne la maggior parte dei suoi lavori nella favolosa Amsterdam, città nella quale morì il 4 ottobre del 1669.

Commenti (0)

Translate »