Nessun commento

Rifare i pavimenti: ecco le detrazioni per il 2019!

Di cosa sia l’ecobonus e di come ottenerlo ne abbiamo già ampiamente parlato in un altro articolo, ma questa iniziativa ha portato al rinnovo anche di un altro tipo di detrazione: quella per i pavimenti! Ecco tutti i dettagli per ottenerla!

Se abbiamo deciso di rifare il pavimento, questo può essere l’anno giusto proprio per la presenza del bonus ristrutturazioni esteso anche a pavimentazioni e impianti e in generale al rifacimento di superfici interne o esterne. I requisiti per richiederlo però variano da caso a caso, o meglio, da casa a casa.

Casa singola

Per il pavimento di una casa singola, non sono previste detrazioni se l’opera si svolge per semplici fini estetici, in quanto risultano, ai fini fiscali, una semplice manutenzione ordinaria.

Per poter richiedere la detrazione dovremo quindi includere il pavimento in un progetto di restauro più ampio, come potrebbe essere il rifacimento completo dell’impianto idraulico del bagno. In questo caso, visto che il rifacimento del bagno entra tra le detrazioni del bonus, sarà possibile aggiungere anche quella del pavimento con una detrazione del 50%. Se invece stiamo risistemando l’impianto con l’intento di migliorare l’efficienza energetica, allora la detrazione per il pavimento sale al 65%.

Condomini

Se la nostra casa si trova in un condominio, la spesa sarà sempre detraibile anche quando si fa riferimento alle parti comuni dello stabile. Infatti solo per questa tipologia di abitazioni, le detrazioni sono estese anche alla riparazione di ingressi, scale e corridoi.

Come contribuenti noi possiamo avvalerci della detrazione sulle voci di: fornitura, posa in opera, rimozione della vecchia superficie e ripristino del sottofondo. Ma la clausola principale è che il pavimento venga ricollocato nello stesso identico punto del precedente. Ovviamente tutto sarà disponibile solo dopo aver pagato regolarmente i lavori.

Per quanto riguarda invece la pavimentazione esterna del condominio, sono ammesse detrazioni a patto che il nuovo pavimento sia dello stesso materiale, della stessa dimensione e posizionato nello stesso posto del precedente. E se si tratta di una sostituzione, è detraibile anche la spesa per l’installazione di un prato in erba sintetica.

Richiesta e pagamenti

Per poter richiedere il bonus di detrazione pavimenti è necessario appartenere a una di queste categorie:

  • Proprietari dell’immobile da ristrutturare
  • Titolari di un diritto di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie) oppure nuda proprietà
  • Inquilino o comodatario
  • Socio di cooperative divise e indivise
  • Socio di società semplici
  • Imprenditore individuale, ma solo per gli immobili che non fanno parte di beni strumentali

Infine per ottenere il bonus, c’è da ricordare che il pagamento dei lavori di rifacimento del pavimento deve essere effettuato tramite bonifico parlante, postale o bancario, che contenga i seguenti dati:

  • Causale di versamento con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986)
  • Codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • Codice fiscale (o partita iva) del beneficiario del pagamento

Detto questo, ora sappiamo tutto quello che c’è da sapere sul bonus detrazioni pavimenti!

 

Commenti (0)

Translate »